Einkaufsgemeinschaft HSK AG
Postfach
8081 Zürich

www.ecc-hsk.info
D | F | I

Quanto è trasparente il settore sanitario?

«Trasparenza nel settore sanitario: continuare alla cieca o finalmente una visione chiara?» Questa è la domanda a cui risponderemo da diverse prospettive il 01.09.2022 al Forum HSK con la partecipazione di rinomati esperti. Dopo 2 anni di pandemia, l’evento tornerà a svolgersi in presenza al Zentrum Paul-Klee di Berna.

Nell'immagine: Zentrum Paul-Klee di Berna

Nell'immagine: Zentrum Paul-Klee di Berna

Fin dalla sua fondazione, la Cooperativa di acquisti HSK si è imposta elevati standard di trasparenza. Il principio alla base della sua attività può quindi essere riassunto così: «definizione dei prezzi basata sui dati per un sistema sanitario svizzero sostenibile». HSK è del parere che una definizione dei prezzi comprensibile possa fondarsi solo su una base di dati completa e plausibile. «Pretendiamo questa trasparenza anche dai nostri stakeholder, primi fra tutti i nostri partner tariffali e azionisti, ma anche dalle autorità e dalla società», ha dichiarato Eliane Kreuzer, direttrice di HSK. È quindi logico che HSK abbia scelto proprio la trasparenza come filo conduttore dell’evento. Anche perché si tratta di un tema su cui è necessario intervenire poiché sta nascendo un dibattito sempre più acceso in ampi settori della sanità svizzera. 

Durante la pandemia è capitato spesso che i dati mancassero oppure fossero disponibili da qualche parte nel sistema sanitario ma non fossero accessibili liberamente, o perlomeno non a tutti. Questa circostanza dimostra quanto ritardo abbia accumulato la Svizzera rispetto agli altri paesi in fatto di digitalizzazione. Ma qual è esattamente il legame tra la digitalizzazione e la trasparenza? Da un lato, la digitalizzazione crea i presupposti per la trasparenza nelle raccolte di dati. Dall’altro, avere dati trasparenti e potervi accedere è una condizione per sfruttare proficuamente la digitalizzazione ed evitare di ritrovarsi con cimiteri di dati.

Le nozioni della Germania possono essere utili anche in Svizzera?

Anche la Germania fa fatica a tenere il passo di altri paesi come la Danimarca e l’Estonia in fatto di digitalizzazione del sistema sanitario. Ecco perché il Comitato tedesco di esperti per la valutazione dello sviluppo nel sistema sanitario ha dedicato un rapporto a «come deve essere organizzata la digitalizzazione nel sistema sanitario affinché dia un contributo ottimale al benessere del paziente.» Il Prof. Dr. Wolfgang Greiner, professore di economia sanitaria e management sanitario presso l’Università di Bielefeld e membro del Comitato di esperti, parteciperà al Forum HSK 2022 in veste di relatore ed esperto per presentare le conclusioni principali del rapporto. Nel suo intervento intitolato «Digitalizzazione per la salute in un sistema sanitario all’insegna dell’apprendimento dinamico» illustrerà a cosa serve la digitalizzazione nella sanità e quali sono i principi e le condizioni quadro a cui dovrebbe attenersi. La cartella informatizzata del paziente e le applicazioni digitali per la salute faranno l’oggetto della sua relazione al pari dell’utilizzo dei dati sull’assistenza sanitaria ai fini della ricerca. Quali sono gli aspetti del rapporto tedesco che potrebbero risultare utili anche in Svizzera? Gli esperti presenti al Forum HSK tenteranno di rispondere a questa domanda.

Trasparenza sulla qualità

Il legame tra trasparenza e qualità sarà al centro dell’intervento del Dr. med. Marc Jungi, sost. CEO della Sanacare AG e specialista in medicina interna generale FMH, che esporrà il punto di vista dei fornitori di prestazioni. Prendendo come esempio l’organizzazione nazionale di studi medici associati Sanacare AG, spiegherà ai partecipanti del Forum HSK come possono essere applicate misure di promozione della qualità a livello di sistemi, processi, trattamenti e risultati in un’organizzazione di managed care. Nel farlo illustrerà anche strumenti efficaci come i circoli di qualità (CQ), il Critical Incident Reporting System (CIRS) e la gestione dei reclami. Jungi lo sa per esperienza: «una qualità elevata può essere efficiente in termini di costi.» I contratti di managed care di Sanacare contengono già oggi «parametri su qualità e costi delle prestazioni in base ai quali viene misurata la prestazione e da cui dipende l’ammontare della remunerazione». Sanacare è quindi pioniere in questo campo. La revisione della LAMal «per rafforzare la qualità e l’efficienza delle prestazioni» è entrata in vigore, in Svizzera, da non molto tempo, il 1º aprile 2021. Le convenzioni sulla qualità prescritte nella nuova versione della legge dovranno essere negoziate nel corso del 2022 tra le associazioni degli assicuratori malattia e quelle dei fornitori di prestazioni. Gli esperti presenti al Forum HSK daranno quindi vita senza alcun dubbio a un’interessante discussione sulla trasparenza nel campo della qualità.

Prestazioni economicamente di interesse generale (PEIG)

«PEIG… Qual è davvero il problema?»: questo sarà il titolo della relazione che Pascal Besson, responsabile del settore Economia aziendale e qualità nonché membro della Direzione generale dell’associazione degli ospedali svizzeri H+, dedicherà alla questione delle prestazioni economicamente di interesse generale (PEIG). Ad oggi costituiscono un problema irrisolto e alimentano regolarmente scontri e dissidi, non da ultimo in sede di trattative tariffali e definizione dei prezzi. «Ma perché poi? Gli ospedali non sono trasparenti o mancano gli strumenti tecnici per garantire il calcolo dei costi? Il problema delle PEIG risiede altrove, ad esempio nella poca chiarezza dell’incarico conferito agli ospedali o nel loro finanziamento?», si chiede Besson. Dopo un breve excursus sulla normativa elvetica, nella sua relazione presenterà la problematica delle PEIG in un nuovo contesto. Nel farlo, illustrerà come possono essere calcolati i costi d'esercizio rilevanti per l'AOMS in un paese federalista come la Svizzera e nel rispetto della LAMal. La sua tesi: «dove c’è la volontà, c’è anche un obiettivo!». Il dibattito si annuncia stimolante, con una vivace discussione tra gli esperti.

Migliorare l’assistenza sanitaria con i dati degli assicuratori?

I processi di conteggio consentono agli assicuratori malattia di accumulare una grande quantità di dati. Alcuni di questi potrebbero essere sfruttati proficuamente nelle attività di ricerca e analisi per migliorare la qualità o l’efficienza dell’assistenza sanitaria per gli assicurati. Viene quindi da chiedersi che contributo possano dare gli assicuratori alla trasparenza. Al Forum HSK 2022 Wolfram Strüwe, responsabile Politica sanitaria e comunicazione aziendale di Helsana Assicurazioni SA nonché membro del Consiglio d’amministrazione della Cooperativa di acquisti HSK, illustrerà cos’è possibile fare in questo campo e quali sono i vantaggi e gli svantaggi prendendo come esempio la cura del diabete. Nel farlo analizzerà nel dettaglio come vengono generati i dati degli assicuratori. Strüwe spiegherà anche come vengono sviluppati gli indicatori della qualità sulla base di dati di routine per poi utilizzarli in modelli di remunerazione alternativi ispirati al principio Pay for Performance (P4P) a vantaggio degli assicurati. I modelli P4P sono sistemi di remunerazione basata sulle prestazioni che, se concepiti nel modo corretto, offrono ai fornitori di prestazioni gli incentivi giusti per ottimizzare la qualità dell’assistenza sanitaria con un budget prestabilito.

Talk sul benchmark HSK

C’è grande attesa anche per il penultimo punto nel programma dell’evento. Dialogando con il moderatore dell’evento, la direttrice della Cooperativa di acquisti HSK, Eliane Kreuzer, illustrerà i diversi benchmark utilizzati da HSK nella sua strategia negoziale basata sui dati per la definizione dei prezzi. Sarà interessante conoscere la qualità dei dati nel secondo anno di pandemia e il suo effetto sui benchmark. Grande attenzione sarà prestata anche alla retrospettiva sul primo periodo di trattative dopo l’introduzione della nuova struttura tariffaria ST Reha e alle anticipazioni per l’anno tariffale 2023.

Forum HSK 2022 − di nuovo in presenza, non mancate

Dopo due anni in versione digitale con ottimi risultati (2020 e 2021), la Cooperativa di acquisti HSK ha deciso di organizzare nuovamente l’evento in presenza, al Zentrum Paul-Klee di Berna, per la prima volta dal 2019. «Abbiamo preso questa decisione soprattutto perché vediamo nell’evento un’ottima opportunità di networking», ha spiegato Kreuzer. Il formato dell’evento è stato perfezionato per adattarsi ancora meglio ai gruppi target principali, primi fra tutti i fornitori di prestazioni e le loro associazioni, le autorità regionali e nazionali e gli assicuratori.

Siamo lieti di annunciare che, il moderatore, anche nel 2022, sarà Stephan Klapproth. Quest’anno, il teatro d’improvvisazione anundpfirsich chiuderà l’evento con una performance fulminante. Questa compagnia con sede a Zurigo improvvisa dal 2005 sui palchi svizzeri ed europei riuscendo ogni volta a introdurre una vena di umorismo, entusiasmare il pubblico e riassumere concetti complessi in modo divertente. 

Annotate l’evento in agenda e non perdete questa occasione per assistere al dibattito tra esponenti di spicco del sistema sanitario e stringere nuovi contatti. Gli inviti personali verranno spediti nelle prossime settimane. Fiduciosi di una vostra conferma di partecipazione, attendiamo impazienti di incontrarvi di persona a Berna.

Trova interessante questo articolo?


Ulteriori informazioni

Programma del Forum HSK 2022, aggiornato al 10.08.2022, in tedesco e francese Sito web moderatore e live anchor Stephan Klapproth (in tedesco) Sito web teatro d’improvvisazione «anundpfirsich» (in tedesco) «Digitalizzazione per la salute», rapporto 2021, SVR, Comitato tedesco di esperti per la valutazione dello sviluppo nel sistema sanitario (in tedesco) Prof. Dr. Wolfgang Greiner, professore di economia sanitaria e management sanitario all’Università di Bielefeld e membro del Comitato di esperti, (in tedesco) Sanacare AG (in tedesco) H+ − Gli Ospedali Svizzeri Helsana Assicurazioni SA

Il suo contatto diretto

Eliane.jpg

Eliane Kreuzer

Direttrice
T +41 58 340 64 92
e.kreuzer