Einkaufsgemeinschaft HSK AG
Postfach
8081 Zürich

www.ecc-hsk.info
D | F | I

Sentenza del TAF: Zürcher Höhenklinik Wald (Höhenklinik Wald di Zurigo)

La sentenza del Tribunale amministrativo federale del 31 marzo 2016 conferma nuovamente la strategia negoziale della Cooperativa di acquisti HSK e respinge pertanto il ricorso della Zürcher Höhenklinik Wald contro la determinazione delle tariffe per la riabilitazione neurologica da parte del Consiglio di Stato del Canton Zurigo.

Dopo il fallimento delle trattative tra la Cooperativa di acquisti HSK e la Zürcher Höhenklinik Wald, nel 2014 il Consiglio di Stato del Canton Zurigo ha fissato la tariffa per la riabilitazione neurologica a 807 franchi con effetto retroattivo a partire dal 2012. La clinica ha presentato ricorso presso il Tribunale amministrativo federale (TAF). HSK aveva allora deciso, dal canto suo, di non presentare alcun ricorso perché, a suo parere, la tariffa stabilita rientrava ancora nella fascia di tolleranza.

Con la sentenza del 31 marzo 2016 il TAF si è pronunciato ora a favore del Consiglio di Stato e ha tratto le seguenti conclusioni:

Definizione dei prezzi

  • Le basi del nuovo finanziamento ospedaliero riguardanti la determinazione del valore di base del caso per i forfait per caso basati sulle prestazioni e sulla struttura tariffale SwissDRG possono essere applicate soltanto in modo limitato data la mancanza di una struttura tariffale unitaria svizzera nell’ambito della riabilitazione, in particolare per quanto concerne il meccanismo di definizione dei prezzi basato sul confronto dei costi per caso degli ospedali senza il grado di gravità.
  • La prima fase verso la definizione delle tariffe è un orientamento ai costi di gestione propri degli ospedali finché non sia possibile determinare i prezzi sulla base di un valore di riferimento. Nella seconda fase deve essenzialmente esserci un controllo dell’economicità.

Controllo dell’economicità

  • Anche presso gli ospedali con comparabilità limitata o assente bisogna verificare se l’ospedale fornisce in modo efficiente e conveniente la prestazione assicurata obbligatoriamente.
  • Se la determinazione di una tariffa dei costi individuale per ospedale con successiva plausibilizzazione tramite un confronto dell’economicità non è possibile a causa della mancanza di dati significativi relativi ai costi e alle prestazioni 2010 nonché alla mancanza di fattibilità di un confronto dei costi o prezzi con altre cliniche, la derivazione di una tariffa sulla base di un confronto intertemporale e interno all’azienda delle tariffe o dei costi può essere accettata in via eccezionale.
  • Il tribunale si esprime quindi a favore del metodo del Consiglio di Stato del Canton Zurigo. Per verificarne l’efficienza, questo non ha svolto un'analisi comparativa di gestione vera e propria, ma soltanto un confronto intertemporale sulla base dei costi per giorno di cura o basati sui forfait giornalieri negoziati per gli anni 2010 e 2011.

Costi di utilizzazione delle immobilizzazioni

  • Il tribunale ha accettato la procedura del Consiglio di Stato. In caso di confronto intertemporale dei costi, quest'ultimo concede un supplemento forfettario del 10% basato sui costi medi delle cliniche di riabilitazione.

Con tale sentenza è stata confermata ancora una volta la strategia negoziale della Cooperativa di acquisti HSK. Rimane tuttavia un aspetto negativo: l’introduzione della struttura tariffale nazionale viene nuovamente posticipata, rendendo così i confronti dell’economicità nell’ambito della riabilitazione decisamente sempre più difficili. Un fatto che, secondo HSK, non si può più tollerare a lungo.

Il suo contatto diretto

Dominik_3.jpg

Daniel Maag

Responsabile regione Svizzeria tedesca | Manager tariffale SwissDRG
T +41 43 340 41 29
d.maag