Einkaufsgemeinschaft HSK AG
Postfach
8081 Zürich

www.ecc-hsk.info
D | F | I

Sentenza del TAF in merito al caso Hirslanden Klinik Aarau/AG (29.10.14)

Il Tribunale amministrativo federale ha statuito in merito al caso Hirslanden Klinik Aarau (AG) in riferimento alla mancata approvazione della convenzione tariffale e fissazione della tariffa per i trattamenti stazionari. Secondo la sentenza del TAF, un prezzo di base unitario cantonale ovvero un unico prezzo di base per i singoli fornitori di prestazioni stazionarie viola ripetutamente il diritto federale e pertanto non è applicabile.

Situazione di partenza

Dopo un periodo di transizione, il Canton Argovia ha ancorato un prezzo di base unitario nella propria legge ospedaliera. Inoltre, esso è del parere che ai singoli fornitori di prestazioni deve essere applicato un unico prezzo di base. Infine, il Consiglio di Stato non ha approvato il prezzo di base negoziato tra HSK e l'Hirslanden Klinik Aarau, fissandone uno proprio.

Il Tribunale amministrativo federale (TAF) stabilisce nella sentenza C-4460-2013 che nella fattispecie la disposizione cantonale viola il primato della contrattazione e la libertà contrattuale poiché la legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal) non prevede alcun prezzo di base unitario per tutti gli ospedali all’interno di un ente locale. In virtù dell'art. 49 cpv. 1 LAMal sono quindi consentite diverse convenzioni tariffali per i singoli fornitori di prestazioni.
Non è compatibile con la libertà contrattuale se gli assicuratori devono accordarsi su un prezzo di base non solo con l’ospedale ma anche con altri assicuratori (cooperative di acquisto). L’interpretazione, secondo cui il Consiglio di Stato conformemente alla legge ospedaliera argoviese è tenuto a fissare e approvare lo stesso prezzo di base, annullerebbe completamente la libertà contrattuale e il primato della contrattazione.

Inoltre, è stato violato il principio di equità, dato che la presa in considerazione dell’adeguatezza della singola convenzione tariffale viene impedita dalla regolamentazione cantonale.

Poiché la legislazione in materia di assicurazione malattie compete alla Confederazione (art. 117 Cost.), deve inoltre essere osservato il principio della forza derogatoria del diritto federale. Con la decisione di mancata approvazione (sulla base del regolamento cantonale in questione) il diritto federale, sempre secondo la sentenza, è stato interpretato erroneamente nella fattispecie.

Inoltre, viene ribadito nuovamente il principio secondo cui è permesso conseguire utili grazie all’efficienza degli ospedali.

Fasi successive

Il Consiglio di Stato argoviese deve riverificare l’economicità ai sensi della legge (benchmarking) nell’ambito della procedura d’approvazione e adottare una nuova decisione. Il TAF ha giudicato non sufficiente il controllo dell’economicità del Consiglio di Stato argoviese. Riguardo alla domanda se la tariffa concordata concretamente sia economica, esso non si è espresso. Di conseguenza, alla fine, rimane in sospeso la decisione di approvare o meno la convenzione tariffale.

Il suo contatto diretto

Dominik_3.jpg

Daniel Maag

Responsabile Regione Svizzera tedesca | Manager tariffale SwissDRG
T +41 43 340 41 29
d.maag